Orari di apertura

L’Acquario è aperto 365 giorni/anno.
Scopri gli orari di ingresso +  

Parcheggi

Il parcheggio dell’Acquario è aperto tutti i giorni, h24.
Posti disponibili: 167, di cui 4 per disabili.
Non è possibile riservare il posto auto, ma all’interno dell’Area Porto Antico si trovano altri parcheggi coperti e scoperti.
Per ulteriori informazioni Clicca qui +

Biglietti

Adulto (+13) a partire da €25,00
Ragazzi (4-12) a partire da €15
Bambini (0-3) gratis
Militari / Over 65 / Disabili* a partire da €19
Scopri di più +
 

Contattaci

Faq

  • Il biglietto di ingresso all’Acquario di Genova, come i biglietti per tutte le altre strutture incluse nell’AcquarioVillage (La Città dei Bambini e dei Ragazzi, Bigo e Biosfera), combinati inclusi, NON SONO NOMINALI.
    Per i biglietti acquistati online, il nome che compare su di essi è quello della persona che ha effettuato l’acquisto, o del destinatario del regalo.
    In caso di impossibilità ad effettuare la visita, i biglietti possono quindi essere ceduti a terzi.
  • Il biglietto a DATA FISSA richiede in fase d’acquisto, la prenotazione di data/fascia oraria scelte per effettuare la visita. Data e fascia oraria sono vincolanti e vanno rispettate.
    Il biglietto FLEXI vale un anno dalla data di acquisto, non richiede la prenotazione immediata e dà la possibilità di effettuare un cambio data/fascia oraria, evitando la perdita del biglietto in caso di inconvenienti.
  • Se hai acquistato un biglietto A DATA FISSA, ci spiace ma, come da condizioni di vendita, non è possibile.
    Se hai acquistato un biglietto OPEN FLEXI, puoi modificare una volta la data /fascia oraria della visita, entro 2 ore dall’orario di ingresso scelto, accedendo alla propria area riservata
  • I disabili muniti di documentazione attestante l’invalidità hanno diritto a una tariffa scontata (biglietto “ridotto”).
    L’accompagnatore del disabile al 100% ha diritto all’ingresso gratuito; in caso di acquisto online, è necessario che l’accompagnatore passi alle casse per ritirare il biglietto gratuito, dietro presentazione della sopra indicata certificazione.
    In caso di disabili con un’età compresa tra i 4 e i 12 anni, consigliamo l’acquisto del biglietto “ragazzo”, più conveniente del “ridotto”.
  • Ci spiace, nessun animale è ammesso all’interno dell’Acquario di Genova ad eccezione dei cani guida per le persone non vedenti.
    Per avere informazioni circa il servizio di dog sitting in zona, vi suggeriamo di rivolgervi allo IAT (Informazioni Accoglienza Turistica) Porto Antico. (tel.: 010.5572903 - email:
    info@visitgenoa.it)
Scopri di più +
Progetti ricerca cetacei

I cetacei del Mar Mediterraneo

Conoscerli per proteggerli

Le specie

Nel Mar Mediterraneo vivono principalmente otto specie di cetacei:
  • il tursiope (Tursiops truncatus)
  • la stenella striata (Stenella coeruleoalba),
  • il delfino comune (Delphinus delphis)
  • il grampo (Grampus griseus)
  • il globicefalo (Globicephala melas)
  • lo zifio (Ziphius cavirostris)
  • il capodoglio (Physeter macrocephalus)
  • la balenottera comune (Balaenoptera physalus)
Quattro di queste, il tursiope, la stenella striata, il capodoglio e la balenottera, dominano sulle altre e da sole costituiscono più del 90% di tutti gli avvistamenti.
La diversità dei cetacei, nel contesto del bacino mediterraneo, è dunque relativamente bassa, se confrontata con quella dell’Atlantico orientale. Tuttavia, alcune aree, come il Mare di Alboran o il Mediterraneo nord-occidentale, che comprende il Santuario Pelagos, mostrano livelli di diversità più elevati e devono essere considerati hotspot da preservare. Questi hotspot di biodiversità sono localizzati in aree caratterizzate da alti livelli di produzione primaria ed elevata variabilità batimetrica, che permette alle diverse specie di trovare il proprio habitat privilegiato.
Per migliorare le conoscenze sulle specie marine che abitano il Mar Mediterraneo, è importante creare delle reti di ricerca e condividere i dati raccolti nelle diverse aree. Da oltre 10 anni, con il progetto Intercet, l’Acquario di Genova è attivamente impegnato in questo processo di “networking”, per dare un contributo significativo allo studio e alla conservazione dei cetacei mediterranei.
I cetacei nel Mediterraneo

La piattaforma Intercet

      DURATA: 2012 - IN CORSO
 
La piattaforma online Intercet
Intercet (www.intercet.it) è una piattaforma online per condividere i dati sulla presenza di mammiferi e rettili marini nel Mar Mediterraneo.
Tecnicamente è un WebGIS, ovvero un Sistema Informativo Geografico su Web, in grado di gestire, su un unico supporto, i dati di avvistamento e le immagini fotografiche per l’identificazione delle specie e dei singoli individui. Dalla sua attivazione nel 2010, la piattaforma Intercet è servita da supporto comune per numerosi progetti italiani e internazionali e oggi conta oltre 50 partner di ricerca proveniente da 9 paesi del Mar Mediterraneo.

Il database collettivo è costituito da circa 25.000 punti di avvistamento, riferibili a 14 specie di cetacei e tartarughe marine. L’aggregazione dei dati su un supporto comune e la loro analisi integrata permette di ottenere informazioni su una scala inaccessibile ai singoli enti, ricomponendo, come le tessere di un puzzle, le informazioni provenienti dalle diverse aree di studio (vedi progetti TursioMed, InterMed e ABIOMMED).

Intercet è una piattaforma pubblica, di proprietà della Regione Liguria. È stata ideata e sviluppata dall’Acquario di Genova nell’ambito del progetto GIONHA (Governance and Integrated Observation of marine Natural Habitat) ed è gestita dalla Fondazione Acquario di Genova.
La piattaforma online Intercet

Il progetto InterMed

     DURATA: 2020-2022


Il progetto InterMed
InterMed è un progetto per lo studio e la conservazione dei cetacei nel Mar Mediterraneo, che si sviluppa attraverso una rete di ricerca composta da 32 enti, provenienti da 9 paesi mediterranei: Spagna, Francia, Italia, Slovenia, Montenegro, Grecia, Turchia, Israele e Tunisia.

I dati di avvistamento raccolti da ciascun ente vengono condivisi sulla piattaforma Intercet per essere analizzati in forma aggregata.
Vengono inoltre condivisi e confrontati i dati di foto-identificazione del tursiope, grampo, zifio e capodoglio, così da poter ricostruire gli spostamenti dei singoli individui attraverso le diverse aree di studio.
I risultati ottenuti permetteranno di migliorare le conoscenze sulla distribuzione e l’ecologia dei cetacei che abitano il bacino mediterraneo.

TursioMed è un progetto Finanziato dalla Fondazione Blue Planet – Virginia Böger Stiftung X.X. e coordinato dalla Fondazione Acquario di Genova Onlus in collaborazione con il WWF Svizzera, con il patrocinio di ACCOBAMS (Agreement on the Conservation of Cetaceans of the Black Sea, Mediterranean Sea and contiguous Atlantic area) e del Santuario Pelagos per la conservazione dei mammiferi marini.
Il progetto InterMed (2020-2022)

Il progetto ABIOMMED

     DURATA: 2021-2022

 
ABIOMMED è un progetto internazionale, finanziato dall’Unione Europea, per supportare la Strategia Marina.

La Strategia Marina (MSFD - Marine Strategy Framework Directive) è una direttiva europea che impone agli stati membri di preservare l’ambiente marino in “buono stato” (Good Environmental Status), attraverso attività di ricerca, monitoraggio e conservazione.
La Fondazione Acquario di Genova è stata coinvolta in un’azione specifica finalizzata a sostenere la biodiversità dei mammiferi marini nel Mar Mediterraneo attraverso una rete di monitoraggio.

L’azione è coordinata dal CoNISMa, il Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Scienze del Mare, e coinvolge 30 enti di ricerca provenienti da Spagna, Francia, Italia, Slovenia, Grecia e Turchia.
Gli altri progetti di
conservazione
Pianifica
   LA TUA VISITA
Scopri tutti gli orari
Acquario di Genova
    • Costa Edutainment S.p.A.
    • Acquario di Genova
    • Area Porto Antico - Ponte Spinola - 16
    • 16128 - Genova
    • Tel. +39 010.23451
    • Fax +39 010.256160
  • Piva e C.F. 03362540100
  • Siti Web by Daisuke® CMS